Archivi categoria: POLITICA / GEOSTRATEGIA

Politica e geostrategia non riguardano solo specialisti ma ogni comunicatore che deve comprendere il mondo in cui viviamo e raccontarlo, fornendo un’informazione a 360 gradi, e un orientamento costante per dipanare il groviglio di problemi nazionali e internazionali.

POLITICA E GEOSTRATEGIA: CAPIRE I PROBLEMI DI CASA NOSTRA E DEL MONDO

POLITICA E GEOSTRATEGIA: CAPIRE I PROBLEMI DI CASA NOSTRA E DEL MONDO

Politica-geostrategiaIl mondo di oggi è in continua fibrillazione, inutile negarlo. Di certo c’è materia in abbondanza per i comunicatori e  giornalisti che se ne occupano.

Ci sono solitamente due modi di reagire da parte dei lettori: chiudersi a riccio nel proprio guscio per non sapere, specialmente se sembra che la mole d’informazioni sia tale da bombardarci in continuazione, oppure cercare di non perdere la bussola per capirci qualcosa in più.

Dobbiamo incoraggiare il secondo atteggiamento perché l’opinione pubblica corre sempre il rischio di sottovalutare i problemi o di cadere nell’eccesso opposto, facendosene travolgere in preda a una paura incontrollabile, alternata a momenti d’indifferenza e rassegnazione.

La politica oggi non è più limitata alle faccende di casa nostra. In un mondo globalizzato, interconnesso economicamente, in pieno sviluppo tecnologico, che impone trasformazioni radicali in tutti i settori a una velocità sempre più vertiginosa, è inevitabile che gli squilibri in un’area remota del mondo abbiano ripercussioni anche sulla nostra vita quotidiana.

Tra l’Europa unita da vincoli valutari, ma ancora priva di una precisa identità politica comune, l’Italia che si dibatte tra crisi e abbozzi di riforme non chiaramente definiti, una guerra al terrorismo internazionale di matrice islamista da condurre in modo asimmetrico, cioé in assenza di due eserciti regolari e contrapposti sul classico campo di battaglia, l’aspirante comunicatore rischia di non capirci più nulla; considerando anche l’aggravante dei flussi migratori con le implicazioni etiche, organizzative e di sicurezza che ne scaturiscono.

E’ ovvio che l’evoluzione degli eventi è un work in progress giornaliero in cui tanti interessi diversi, e spesso contrapposti, s’intrecciano, ma possiamo trovare un filo rosso che ci guidi in un’interpretazione equilibrata dei fatti, aiutandoci a seguirli senza perdere la trebisonda.

Fornire un’informazione a 360 gradi e un orientamento costante per dipanare il groviglio di problemi nazionali e internazionali, fa entrare in gioco sia la politica, sia la geostrategia, per aiutarci a guardare al mondo con lucidità, facendo riflettere tutti coloro che reagiscono emotivamente; magari andando a simpatie in politica e pensando che la soluzione migliore sia non fare nulla per non aggravare le cose nelle zone calde del mondo.

Cercheremo di dimostrare, dati alla mano, e con l’aiuto di esperti del campo con il dono della chiarezza, che qualcosa si può fare. Imparare a capire e a spiegare successi ed errori su scala interna e mondiale, individuando anche qualche soluzione realistica, è tutt’altro che impossibile.